Collegamenti sponsorizzati

Verifiche impianto elettrico

Verifiche impianto elettrico? Vediamo come....

Articolo aggiornato il 17-01-2018

Verifiche impianto elettrico? Vediamo come....
Collegamenti sponsorizzati
Se siete interessati a conoscere quali sono gli obblighi per le aziende o condomini sulle verifiche impianto elettrico, nell’articolo trattiamo la normativa vigente e le modalità attuative per quel che riguarda le verifiche impianti elettrici in particolare per gli impianti di terra, i dispositivi di protezione dalle scariche atmosferiche e gli impianti elettrici in luoghi con pericolo di esplosione. Inoltre segnaliamo i link di aziende o enti che trattano le verifiche impianto elettrico.
Verifiche impianto elettrico
Si intende per sicurezza elettrica "la capacità di un impianto elettrico di essere dotato di tutti i requisiti per non arrecare danno e non nuocere alle persone, alle cose e a se stesso". Venire a contatto con l’energia elettrica  è particolarmente pericoloso specialmente quando i livelli della corrente sono elevati, ma servendosi delle precauzioni e dei dispositivi di protezione si può ottenere un livello di sicurezza molto alto. La norma principale del nostro ordinamenyo giuridico rispetto all’eliminazione o alla limitazione dei rischi elettrici è il D.Lgs.81/08 che ha fornito precise indicazioni sulla valutazione del rischio elettrico (art. 80 e seguenti), in cui sono trattati gli obblighi del datore di lavoro connessi al rischio elettrico. Per far sì che non avvengano incidenti o infortuni è indispensabile che impianti e apparecchiature elettriche rispondano a quanto disposto dalla normativa impianti elettrici; tra le misure da mettere in campo per arrivare a questo obiettivo sono di rilevante importanza le “verifiche impianti elettrici”. Il tutto è normato dal D.P.R. 22 ottobre 2001 n.462, che obbliga i datori di lavoro a far eseguire (ad organismi abilitati) le verifiche periodiche sugli impianti di terra, sui dispositivi di protezione dalle scariche atmosferiche e sugli impianti elettrici in luoghi con pericolo di esplosione. Le più importanti cause di rischio elettrico legate alle attività svolte nel settore in questione, ma anche nelle normali situazioni di vita e lavoro, sono le seguenti: contatti diretti, contatti indiretti, correnti di sovraccarico, correnti di cortocircuito e sovratensioni di varia origine e natura. E’ opinione diffusa che gli impianti elettrici una volta messi in opera e verificati rimangano sicuri per sempre, ma non è così poiché questi impianti devono essere sottoposti a corretta e periodica manutenzione e/o verifica, se vogliamo che siano impianti sicuri.

Verifiche impianto elettrico: Link di riferimento
Segnaliamo i link di enti/aziende che si occupano di verifiche impianto elettrico e che sono tra quelle di maggiore rilevanza a livello nazionle. L'Inail fornisce informazioni, formazione, consulenza ed assistenza alle strutture operative per la promozione della salute, prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro; tra le molte informazione che offre sul web per la sicurezza elettrica propone le modalità e le procedure di attuazione per le verifiche impianti elettrici. Safetal è il portale web che propone soluzioni e prodotti per la sicurezza e l’antincendio, si interessa della sicurezza elettrica con particolare riguardo alle attività da svolgere per la conformità impianti elettrici e le relative verifiche. ISQ è un portale che si occupa di sicurezza sul lavoro, qualità e ambiente; per la  sicurezza elettrica si interessa delle “verifiche impianti elettrici” e delle modalità di attuazione delle stesse ai sensi del DPR 462/01. Elektro.it è un portale che si interessa a 360° dell’elettricità in cui possiamo trovare le modalità attuative per le verifiche impianti elettrici, inoltre si occupa anche di progettazione e formazione sugli impianti elettrici.

Verifiche impianto elettrico: Obblighi
Il D.P.R. 462/01 pone in capo al datore di lavoro l’obbligo di richiedere agli organismi abilitati la verifica periodica e di controllare che questa venga attuata correttamente per:
- impianti di terra e di protezione contro le scariche atmosferiche siti nei locali medici, scuole, nei luoghi a maggior rischio in caso di incendio, nei cantieri;
- impianti elettrici in luoghi con pericolo di esplosione;
- condomini a rischio incendio medio o alto (altezza di gronda superiore a 24 m e/o centrale termica non compartimentata vedi DM 10/03/1998).
Le verifiche impianti elettrici possono essere effettuate da Organismi Abilitati dal Ministero delle Attività Produttive, sulla base della normativa tecnica europea UNI CEI, oppure da Asl/Arpa. Alla conclusione delle verifiche impianti elettrici l’organismo verificatore rilascia il relativo verbale al Datore di lavoro/Amministratore che lo deve custodire e mostrare ad ogni richiesta degli Organi di Vigilanza. Se l’esito della verifica risulta negativo lo stesso verificatore indicherà al committente gli adeguamenti indispensabili per mettere in sicurezza l’impianto e i lavoratori. Le verifiche straordinarie sono effettuate dall'ASL o dall'ARPA o dagli organismi individuati dal Ministero delle attività produttive, sulla base di criteri stabiliti dalla normativa europea UNI CEI. Le verifiche straordinarie sono, comunque, effettuate nei casi di:
a) esito negativo della verifica periodica;
b) modifica sostanziale dell'impianto;
c) richiesta del datore del lavoro.
In caso di variazioni relative agli impianti, il datore di lavoro comunica tempestivamente all'ufficio competente per territorio dell'Inail (ex-Ispesl) e alle ASL o alle ARPA, competenti per territorio, la cessazione dell'esercizio, le modifiche sostanziali preponderanti e il trasferimento/spostamento degli impianti.
E' bene evidenziare che la norma stabilisce l'assimilazione ai lavoratori “dipendenti” anche per: i soci lavoratori di società di persone e cooperative, gli stagisti, gli apprendisti, gli allievi di scuole che utilizzano macchine utensili e attrezzature in genere.

Verifiche impianto elettrico: Periodicità
La periodicità delle verifiche impianti elettrici è la seguente:
Verifiche biennali
- per gli impianti elettrici e gli impianti di protezione dalle scariche atmosferiche in luoghi con pericolo di esplosione
- per gli impianti di terra e gli impianti di protezione dalle scariche atmosferiche a servizio di:
a) Cantieri, cioè luoghi in cui vi siano impianti elettrici temporanei per: lavori di costruzione di nuovi edifici, lavori di riparazione, trasformazione, ampliamento o demolizione di edifici esistenti, lavori di movimento terre, lavori simili (interventi di manutenzione in banchine, costruzione di teleferiche)
b) Ambienti a maggior rischio in caso di incendio cioè quelli definiti da CEI 64-8 sez. 751, cioè:
1. Attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco, come ad esempio: locali di spettacolo e trattenimento in genere con un massimo affollamento ipotizzabile superiore a 100 persone; alberghi, pensioni, motels, dormitori e simili, con oltre 25 posti-letto; scuole di ogni ordine, grado e tipo, collegi, accademie e simili per oltre 100 persone presenti; ambienti adibiti ad esposizione e/o vendita all'ingrosso o al dettaglio, con superficie lorda superiore a 400 mq, comprensiva dei servizi e dei depositi; stazioni sotterranee di ferrovie, di metropolitane e simili; ambienti destinati ai degenti negli ospedali e negli ospizi, ai detenuti nelle carceri ed ai bambini negli asili ed ambienti simili, edifici pregevoli per arte o storia oppure destinati a contenere biblioteche, archivi, musei, gallerie, collezioni e comunque oggetti di interesse culturale sottoposti alla vigilanza dello Stato, e altro.
2.  Edifici con strutture portanti in legno.
3.  Ambienti nei quali avviene la lavorazione, il convogliamento, la manipolazione o il deposito di materiali combustibili (legno, carta, lana, paglia, grassi lubrificanti, trucioli, manufatti facilmente infiammabili), e/o materiali esplosivi, fluidi combustibili/infiammabili, polveri combustibili o infiammabili con modalità tali da non consentire loro il contatto con l'aria ambiente a temperature uguali o superiori a quella d'infiammabilità, quando la classe del compartimento antincendio considerato è pari o superiore a 30. Gli ambienti nei quali avviene la lavorazione, il convogliamento, la manipolazione o il deposito di materiali esplosivi, fluidi infiammabili, polveri infiammabili con modalità tali da consentire loro il contatto con l'aria ambiente a temperature uguali o superiori a quella d'infiammabilità, invece, sono classificabili come "Luoghi con pericolo di esplosione", e dunque soggetti alle relative verifiche di impianto a cadenza biennale (v. nota precedente).
c) Locali adibiti ad uso medico, cioè destinati a scopi diagnostici, terapeutici, chirurgici, di sorveglianza o di riabilitazione, inclusi i trattamenti estetici.
Verifiche quinquennali” in tutti gli altri casi.

Verifiche impianto elettrico: Condomini
Negli ultimi tempi si discute molto circa l’interpretazione della legge per quel che riguarda i condomini, in particolare se questi sono obbligati alla verifica dell’impianto di terra. Dai dibattiti dei maggiori esperti nel settore scaturisce che le verifiche vanno effettuate poiché i condomini vengono individuati come luoghi di lavoro, anche nel caso in cui non siano presenti dei lavoratori dipendenti (vedi portiere), per cui necessita tutelare la sicurezza e la salute degli operatori che svolgono l’attività lavorativa in luoghi in cui è presente un impianto elettrico (lavoratori che fanno manutenzioni varie, lavoratori delle pulizie, e altro). Nel caso in cui accadano infortuni/incidenti derivati da un cattivo funzionamento dell’impianto a rispondere saranno il proprietario e/o l’amministratore.

Verifiche impianto elettrico: Sanzioni
Vediamo quali sanzioni si applicano in caso di mancata ottemperanza agli obblighi di legge.
- "Arresto sino a tre mesi o ammenda da € 258 a € 1.032", in caso di applicabilità dell’art. 9 comma 2 del DPR 462/01.
- "Sanzione pecuniaria da 750 a 2.500 €" per la violazione dell’art.86, comma 3 del D.Lgs.81/08 sulla mancata verbalizzazione e tenuta a disposizione degli esiti della verifiche impianto elettrico.

 
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network



Lascia un commento su questa pagina:

Nome (Richiesto)
E-mail (Richiesta, non sarà pubblicata)
    Riscrivi le lettere visualizzate sulla sinistra

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Ambiente sicurezza lavoro

"Ambiente sicurezza lavoro" è quel complesso di attività da svolgere nei ...

Sicurezza cantieri

La "sicurezza cantieri" è un'attività che se svolta correttamente permette di ...

Sicurezza luoghi di lavoro

La sicurezza luoghi di lavoro è una delle tematiche più rilevanti nelle ...

Sicurezza elettrica

La "sicurezza elettrica" non è rilevante soltanto nei luoghi di lavoro in cui ...

Verifica impianti elettrici

La verifica impianti elettrici è un'attività di notevole importanza sia nelle ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Dati societari art. 42 Legge 88/2009
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta