Collegamenti sponsorizzati

Sistemi anticaduta

Sistemi anticaduta per lavori in quota

Articolo aggiornato il 08-03-2018

Sistemi anticaduta per lavori in quota
Collegamenti sponsorizzati
Gli anticaduta sono quei dispositivi che devono essere utilizzati per la protezione dei lavoratori che effettuano operazioni in quota (altezza superiore ai 2 metri), e che hanno particolare rilevanza nel settore delle costruzioni. Descrizione delle caratteristiche e delle modalità di utilizzo di questa tipologia di attrezzature e degli obblighi che la normativa prevede a carico dei datori di lavoro. Inoltre si segnalano alcuni link di aziende che se ne occupano in maniera puntuale e completa.
Sistemi anticaduta: Quando vanno utilizzati
I lavori in quota possono esporre gli operatori a rischi molto elevati per la loro salute e sicurezza, in particolare a rischi di caduta dall'alto e ad altri gravi infortuni sul lavoro, che rappresentano una percentuale elevata del numero di infortuni totali, soprattutto per quanto riguarda quelli con conseguenze che portano al decesso dell’infortunato. Il settore delle costruzioni è quello caratterizzato dal maggior numero d’infortuni mortali conseguenti a cadute dall'alto nello svolgimento di lavorazioni in quota. Il rischio per la salute e la sicurezza dei lavoratori è molto forte per coloro che svolgono lavori sui tetti e sulle pareti degli edifici, è bene quindi adottare, anche per lavori effettuati in un breve periodo, adeguate misure di prevenzione e protezione per la salvaguardia dell’incolumità degli operatori. A tale proposito è opportuno dare la precedenza alle misure tecniche di prevenzione e protezione collettiva e solo quando si è in "presenza di rischi residui" si deve procedere con l’adozione di dispositivi di protezione individuale (DPI) come i "sistemi anticaduta". Sui dispositivi anticaduta i lavoratori abbisognano di adeguato addestramento prima di poterli utilizzare.

Sistemi anticaduta: Aziende del settore
   
Tra le aziende che trattano i sistemi anticaduta certificati ne segnaliamo alcune tra le più rilevanti nel settore. L'Inail nella sezione sicurezza sul lavoro propone delle linee guida per “ la scelta l’uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall’alto” nelle quali vengono illustrati i sistemi anticaduta da utilizzare contro le cadute dall’alto; inoltre propone delle linee guida per i "parapetti in prossimità dei ponteggi" (circolare del Ministero lavoro n. 29/2010) con una pubblicazione del 2017 per il loro possibile impiego come protezione collettiva nello svolgimento delle attività in copertura. Aipaa (Associazione Italiana per l’Anticaduta e l’Antinfortunistica) è l’associazione di riferimento del settore specifico per la prevenzione delle cadute dall’alto; la sua missione è quella di promuovere a tutti i livelli la sicurezza sui luoghi di lavoro, con particolare attenzione alla prevenzione delle cadute dall’alto; i settori di riferimento sono i sistemi anticaduta con DPI e le protezioni anticaduta collettive. Il sito della Provincia autonoma di Bolzano propone una scheda informativa nel caso di utilizzo di dpi anticaduta per lavori su pareti, tetti o facciate di edifici, in cui sono presenti componenti, principi generali e istruzioni per l'uso di questi dispositivi. Anticaduta è un'azienda di Trieste specializza nella vendita di DPI e sistemi anticaduta per tutte le tipologie di lavorazione in quota; inoltre mette a disposizione consulenza sulla sicurezza sui lavori in quota, installazione di attrezzature anticaduta (linee vita, parapetti anticaduta, scale), controllo dei DPI anticaduta, formazione per l’uso dei DPI e delle attrezzature anticaduta. Siderlavori si trova a Livorno e troviamo sul suo sito numerose informazioni sui sistemi anticaduta, inoltre commercializa molti tipi di dispositivi anticaduta tra i quali: imbracatura, elmetto, sistemi retrattili, cordini, sistemi di ancoraggio provvisori e dispositivi per il soccorso; inoltre progetta ed installa linee vita e sistemi anticaduta nel Lazio, in Toscana ed in tutto il centro Italia. Somain Italia si trova a Brembate di Sopra (BG) fornisce molte informazioni sui sistemi anticaduta e sulla normativa vigente, inoltre dispone di una vasta gamma sistemi anticaduta e imbracature adatta a tutti i tipi d’impiego, ed ancora punti di ancoraggio, moschettoni, elmetti, cinghie, cordini, imbracature ed altro.

Sistemi anticaduta: Normativa di riferimento
La normativa di riferimento per i DPI anticaduta è principalmente il D.lgs.81/08 che si occupa di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. In particolare al Capo II - Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota. Sezione II - Disposizioni di carattere generale.
Articolo 115 - Sistemi di protezione contro le cadute dall’alto
1. Nei lavori in quota qualora non siano state attuate misure di protezione collettiva come previsto all’articolo 111, comma 1, lett. a), è necessario che i lavoratori utilizzino idonei sistemi di protezione composti da diversi elementi, non necessariamente presenti contemporaneamente, quali: a) assorbitori di energia; b) connettori; c) dispositivo di ancoraggio; d) cordini; e) dispositivi retrattili; f) guide o linee vita flessibili; g) guide o linee vita rigide; h) imbracature.
2. Il sistema di protezione, certificato per l’uso specifico, deve permettere una caduta libera non superiore a 1,5 m o, in presenza di dissipatore di energia a 4 metri.
3. Il cordino deve essere assicurato, direttamente o mediante connettore lungo una guida o linea vita, a parti stabili delle opere fisse o provvisionali.
4. Nei lavori su pali il lavoratore deve essere munito di ramponi o mezzi equivalenti e d’idoneo dispositivo anticaduta.
E’ fatto obbligo ai datori di lavoro, in assenza di opere provvisionali o di altri specifici dispositivi di protezione collettiva, di mettere in opera dispositivi di ancoraggio a norma UNI EN 795:2002, cui possono essere agganciati i DPI anticaduta. La mancata osservanza di questa disposizione comporta "l’arresto fino a due mesi o ammenda da € 500 a € 2.000".

Sistemi anticaduta: Obblighi e Compiti del datore di lavoro  
 
Gli obblighi e compiti del datore di lavoro si riassumono nel provvedere alla valutazione dei rischi presenti sul luogo di lavoro e alla redazione del documento di valutazione del rischio, nel quale vanno comprese tutte le misure predisposte ed attuate per l’abbattimento dello stesso.
Per eliminare e/o ridurre il rischio nei lavori in quota si può operare mediante:                                               
a) l’identificazione e l’adozione di misure di prevenzione e di protezione di tipo organizzativo; 
b) l’identificazione e l’adozione di misure di prevenzione e protezione di tipo tecnico;                       
c) l’individuazione e l’adozione dei dispositivi di protezione collettiva;                                                        
d) l’aggiornamento di misure e di sistemi di prevenzione e di protezione in relazione ai mutamenti organizzativi e all’evoluzione della tecnica;     
e) l’individuazione e l’adozione dei DPI anticaduta.                                                                                                
Il datore di lavoro può temporaneamente togliere i dispositivi di protezione collettiva solo mettendo in campo misure alternative della stessa efficacia, e ripristinando le protezioni collettive appena possibile. Il datore di lavoro è obbligato a verificare che le condizioni meteorologiche non mettano in pericolo la sicurezza dei propri lavoratori. Il datore di lavoro i dirigenti, i preposti e tutti coloro che hanno la responsabilità di un immobile (es. amministratore condominiale o proprietario) possono essere coinvolti da azioni penali e civili della magistratura nel caso in cui venissero alla luce violazioni o mancanze rispetto alle normativa vigente oppure al verificarsi di infortuni gravi, in particolare quando non siano presenti sistemi anticaduta. E' importante sottolineare, alla luce dei frequenti infortuni di lavoratori nei lavori in quota, che l'effettuazione delle manutenzioni e delle revisioni delle attrezzature utilizzate in queste attività e in particolare dei trabattelli e cestelli motorizzati va eseguita con la massima attenzione. In alcuni casi eccezionali e soprattutto in situazioni di emergenza quando si debbano utilizzare apparecchi di sollevamento come piattaforme, gabbie su gru e cestelli, non assemblate con la macchina di sollevamento ma sollevate dalla macchina stessa come parte del carico, occorre porre la massima attenzione alle varie fasi delle operazioni di lavoro per evitare qualunque tipo di rischio per gli operatori.

Sistemi anticaduta: Come protezione collettiva  
                                                                                                             
I dispositivi anticaduta di protezione collettiva di maggiore rilevanza sono:
⇒ ponteggi,
⇒ reti di sicurezza,
⇒ parapetti anticaduta provvisori,
⇒ sistemi combinati. 
Detti mezzi con il loro utilizzo concorrono in misura rilevante alla riduzione del livello di rischio presente nei lavori in quota.

Sistemi anticaduta: Come protezione individuale
                                                                                               
Se il rischio residuo è rilevante necessita l'adozione di DPI anticaduta, come sistemi di arresto caduta (che contengono la caduta nel vuoto del lavoratore in uno spazio ridotto) o sistemi di prevenzione caduta (sono sistemi anticaduta per bloccare la possibilità di precipitare oltre il bordo). I sistemi anticaduta sono costituiti principalmente da:
punto di ancoraggio;
imbracatura di sicurezza;
dispositivo di collegamento tra l'imbracatura ed il punto di ancoraggio.

Sistemi anticaduta: Caratteristiche 
Le caratteristiche dei sistemi anticaduta tetto vengono individuate per ogni singolo tipo di copertura e necessitano di sistemi di ancoraggio studiati appositamente (quindi non ci sono sistemi predefiniti). I sistemi anticaduta devono avere le seguenti caratteristiche:
♦ ottimizzazione della sicurezza per i lavori sulle coperture/pareti;
♦ idoneità alla struttura del tetto/parete;
♦ riduzione al minimo di eventuali sollecitazioni sul lavoratore in caso di caduta;
♦ certificazione secondo la UNI EN 795;
♦ manuale e istruzioni per il montaggio;                                                                                                     
♦ ispezionabilità (generalmente ogni anno) e manutenzione (secondo le istruzioni del costruttore).
I dispositivi di protezione individuale anticaduta devono essere collegati a punti di ancoraggio sicuri che possono essere ritenuti tali solo se realizzati conformemente alla normativa UNI EN 795.

Sistemi anticaduta: Scelta     

La scelta dei sistemi anticaduta deve essere valutata con attenzione, se non corretta, può essere inutile o addirittura "accrescere il rischio per il lavoratore". I dispositivi anticaduta hanno il compito di salvaguardare la sicurezza e la salute dei lavoratori nei lavori in quota e in tutte le situazioni nelle quali esista la possibilità di caduta dall'alto e sono "DPI di III categoria" per i quali è necessario "l’addestramento" dei lavoratori che li utilizzano. Sui DPI deve essere apposta la "marcatura CE" ben visibile, leggibile e indelebile per tutto il ciclo di durata e utilizzo.

 
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network

Ivan Scrive:
08/07/2013

Vorrei saper che cosa s'intende per sistemi combinati


Lascia un commento su questa pagina:

Nome (Richiesto)
E-mail (Richiesta, non sarà pubblicata)
    Riscrivi le lettere visualizzate sulla sinistra

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Sicurezza cantieri

La "sicurezza cantieri" è un'attività che se svolta correttamente permette di ...

Sicurezza luoghi di lavoro

La sicurezza luoghi di lavoro è una delle tematiche più rilevanti nelle ...

Dispositivi anticaduta

I dispositivi anticaduta e relativi accessori sono indispensabili quando ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Dati societari art. 42 Legge 88/2009
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta