Collegamenti sponsorizzati

RSPP incarico

Incarico e compiti del RSPP

Articolo aggiornato il 22-03-2018

Incarico e compiti del RSPP
Collegamenti sponsorizzati
L’individuazione con relativo incarico di RSPP non è sempre una scelta facile in particolare per quelle piccole e medie imprese che non avendo nel loro interno adeguata professionalità debbono ricorrere sul mercato; spesso questo tipo di individuazione si orienta più sui costi che sulla qualità professionale del Rspp. Ciò non è sempre una scelta positiva per l’azienda poiché nel tempo può far aumentare gli infortuni, la possibilità sanzioni degli organi di vigilanza, il mancato coinvolgimento del personale nel circuito virtuoso della sicurezza con conseguente scarsa motivazione al rispetto di norme e procedure. Descriviamo nell'articolo compiti, requisiti e responsabilità del Rspp e l’indicazione di alcuni siti che se ne occupano. 
L'incarico Rspp
Il D.lgs.81/08 "Unico testo normativo in materia di sicurezza e salute delle lavoratrici e dei lavoratori nei luoghi di lavoro" avvia un nuovo approccio gestionale che richiede alle figure professionali coinvolte un'adeguata attenzione e un continuo impegno nel prossimo futuro per la mitigazione dei rischi presenti nelle aziende. Il decreto ribadisce il ruolo del Rspp (acronimo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione), ma propone alcune innovazioni rilevanti anche per il ruolo dello stesso come vedremo appresso. Vediamo come viene definito il Rspp: “è un professionista che ha esperienza sulla Sicurezza del lavoro ed è designato dal datore di lavoro per gestire e coordinare le attività del servizio di prevenzione e protezione (SPP)”; quest'ultima struttura viene definita come “l'insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori" così come indicato dal D.Lgs.81/08 all’art. 2 lett. l). Gli addetti al servizio devono essere in numero sufficiente ad affrontare i compiti ad esso affidati, con disponibilità di mezzi e di tempo. Il Rspp svolge essenzialmente funzioni e compiti di supporto tecnico ed organizzativo per il datore di lavoro, i dirigenti, i preposti; inoltre ha compiti relazionali con i lavoratori e i loro rappresentanti anche su specifici problemi inerenti la sicurezza del lavoro in azienda. Le mansioni di responsabile del servizio di prevenzione e protezione possono essere svolte:
♦    direttamente dal datore di lavoro nelle aziende industriali fino a trenta dipendenti (Rspp datore di lavoro);
♦    da personale interno all'azienda designato dal datore di lavoro;
♦    da personale al di fuori dell'azienda (rspp esterno).
Ove il datore di lavoro ricorra a persone o servizi esterni "non è per questo esonerato dalla propria responsabilità in materia".

Requisiti Rspp
La nomina Rspp deve essere fatta con lettera d'incarico e tra i requisiti del Rspp la norma individua come indispensabili i seguenti:
a)   essere designato dal datore di lavoro, previa consultazione del rappresentante per la sicurezza;
b)   essere in possesso di attitudini e capacità adeguate (formazione specifica ai sensi dell'accordo Stato Regioni 7 luglio 2016);
c)   disporre di mezzi e tempi adeguati ai compiti assegnati.

Compiti RSPP

I principali compiti/responsabilità che il D.Lgs. 81/08 assegna al Rspp sono:
♦   individuare i fattori di rischio e le misure di sicurezza, ai fini della stesura del D.V.R. (documento di valutazione dei rischi), nel rispetto delle normative vigenti;
♦   elaborare le misure preventive;
♦   elaborare le procedure di sicurezza;
♦   proporre programmi di informazione e formazione del personale;
♦   partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza;
♦   fornire formazione e informazione ai lavoratori.

Link di aziende
Segnaliamo alcuni siti che trattano la figura del Rspp: RsppItalia.com è un sito di Confindustria che propone una rete per RSPP ed esperti di salute e sicurezza sul lavoro per lo scambio di informazioni ed esperienze fra tutti i referenti di sicurezza sul lavoro delle aziende e degli enti, pubblici e privati, al fine di condividere le soluzioni e le “migliori pratiche” relativamente a problemi specifici, con particolare attenzione alla figura del RSPP. Per una più completa trattazione della normativa in materia di sicurezza e per raccogliere maggiori informazioni sull'incarico RSPP, vi suggeriamo di consultare il sito web istituzionale del governo italiano, Ministero Lavoro - Salute e Sicurezza dove potete consultare oltre al testo completo coordinato, corredato delle successive modifiche del D.Lgs.81/08, anche tutta la normativa che riguarda la tutela delle sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro.

Normativa di riferimento

Con l’avvento del D.Lgs.81/08 la figura del Rspp e degli addetti si sottolinea l’importanza della sua scelta da parte del Datore di lavoro ai fini di una buona e corretta valutazione dei rischi presenti in azienda.
L’Unico Testo Normativo richiede, inoltre, al Servizio di Prevenzione una maggiore conoscenza e aggiornamento su:
•   norme tecniche (emanate da UNI, CEI, CEN, CENELEC, IEC, ISO);
•   buone prassi e codici di condotta (emanate da Regioni, ISPESL, INAIL, Organi Paritetici), che hanno carattere volontario e non cogente.
•   attenzione all’individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento.
In definitiva la base di conoscenza costituita finora dall’insieme delle norme cogenti, non interpretabili e applicabili tal quali, viene sostituita da un insieme di standard, dei quali va verificata l’applicabilità e la migliore efficacia per la riduzione dei rischi valutati.

Aggiornamento Rspp
Esiste l'obbligo dell’aggiornamento formativo ogni 5 anni per ASPP di 20 ore nel quinquennio mentre per il RSPP 40 ore nel quinquennio.
Viene data la possibilità di:
- riconoscimento reciproco degli aggiornamenti tra RSPP e Formatore e tra RSPP e CSP/CSE
- modalità e-learning secondo i nuovi criteri previsti nell’allegato II è consentita per tutto il monte ore
- prevista la partecipazione a convegni e seminari (senza limite di partecipanti) per massimo 50% del monte ore. Suggerimenti e puntualizzazioni

Ci sentiamo di sottolineare che avere un Rspp valido e preparato giova all’azienda in termini economici poiché, oltre ai propri compiti istituzionali, lo stesso può erogare direttamente oltre la formazione anche l’addestramento alle figure caratteristiche della sicurezza ed in particolare ai lavoratori e preposti, predisponendo e gestendo in prima persona tutti i relativi supporti sia informatici che cartacei per queste due attività. Il Rspp ed i componenti del servizio di prevenzione e protezione sono tenuti al segreto in ordine ai processi lavorativi di cui vengono a conoscenza nell'esercizio delle funzioni di cui al D.Lgs.81/08.

 
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network

Colonna Gilda Scrive:
24/06/2013

Per il Rspp datore di lavoro quale è l'aggiornamento normativo e quando scade?


Lascia un commento su questa pagina:

Nome (Richiesto)
E-mail (Richiesta, non sarà pubblicata)
    Riscrivi le lettere visualizzate sulla sinistra

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Responsabile sicurezza lavoro

Il Responsabile Sicurezza Lavoro è quella figura professionale che si occupa ...

Sicurezza cantieri

La "sicurezza cantieri" è un'attività che se svolta correttamente permette di ...

Sicurezza luoghi di lavoro

La sicurezza luoghi di lavoro è una delle tematiche più rilevanti nelle ...

Sicurezza lavoro

La sicurezza nei luoghi di lavoro deve essere tutelata dal datore di lavoro con ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Dati societari art. 42 Legge 88/2009
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta