Collegamenti sponsorizzati

Prevenzione rischio biologico

Rischio biologico: come prevenirlo

Articolo aggiornato il 21-02-2018

Rischio biologico: come prevenirlo
Collegamenti sponsorizzati

Per tutte le aziende che operano nel settore sanitario e non solo, la prevenzione rischio biologico è una necessità di primaria importanza. Nel testo che segue potete trovare una breve descrizione di cosa è il rischio biologico, i dispositivi di protezione relativi, la normativa di riferimento e i link di alcune aziende che offrono consulenza e formazione sulla prevenzione rischio biologico.

Prevenzione rischio biologico
Il rischio biologico è un tipo di rischio presente in diverse attività lavorative ma riveste particolare rilievo in campo sanitario; tutti gli operatori sanitari, siano essi medici, infermieri, o addetti al laboratorio di analisi possono essere esposti a questo rischio. Il rischio biologico proviene da agenti biologici portatori delle più varie patologie infettive. L’operatore sanitario è costantemente a contatto diretto con materiali biologici come ad esempio sangue, saliva, altri fluidi, nonché da materiali o strumenti che sono stati contaminati da sangue o da altre sostanze potenzialmente infette. Con il termine rischio biologico si intende la possibilità che, in seguito ad esposizione o contatto con materiali infetti (per lo più da sangue o da altri fluidi), un soggetto possa infettarsi e poi ammalarsi. Quando un microrganismo è penetrato all’interno del corpo umano la sua presenza non sempre determina il manifestarsi di un’infezione. Nella maggior parte dei casi l’insorgenza di un’infezione è dovuta ad una serie di complesse interazioni che avvengono a carico di molteplici componenti in correlazione all’agente infettivo, alla suscettibilità dell’ospite e alle modalità di trasmissione. Segnaliamo la grande attenzione che si deve avere sull'attività di sterilizzazione quale protezione collettiva da agenti biologici per l'operatore nelle strutture sanitarie in particolare da parte dei datori di lavoro per garantire livelli ottimali di sicurezza e di salvaguardia della salute degli operatori (compresi anche gli utenti) e per conformarsi alla vigente legislazione. 

Prevenzione rischio biologico: Società di consulenza
Vi segnaliamo i link di alcune società ed enti che si occupano del rischio bologico. Per quanto riguarda il controllo microbiologico negli ambienti di lavoro è stato pubblicato nel 2017 un documento “ La contaminazione microbiologica delle superfici negli ambienti lavorativi”, realizzato da Contarp e dal Dipartimento di Medicina, Epidemiologia, Igiene del Lavoro e Ambientale dell’Inail, che si occupa in maniera esaustiva del rischio biologico negli ambienti di lavoro; inoltre lo stesso Istituto propone alcuni riferimenti normativi e articoli interessanti per la prevenzione del rischio biologico. La Sicuracantieri Co di Milano offre servizi di informazione-formazione-addestramento sui rischi: rumore, vibrazioni, videoterminale, chimico, biologico, cancerogeno, movimentazione carichi manuali, cartellonistica; inoltre si occupa di svolgere le attività di incarico esterno di responsabile del servizio di prevenzione e protezione (rspp), corsi per responsabile del servizio di prevenzione e protezione, addetto antincendio e alle emergenze, addetto al pronto soccorso; sorveglianza sanitaria con nomina medico competente, stesura del piano sanitario, visite mediche; progetto e stesura del documento di valutazione dei rischi ed altro. La Bioconsult di Roma offre servizi di campionamento e caratterizzazione di microinquinanti batterici aerodispersi patogeni e non patogeni; determinazione della legionella eventualmente veicolata attraverso condotte di condizionamento e reti idriche; redazione del documento di valutazione del rischio biologico; consulenza sulle misure di prevenzione e protezione da adottare per minimizzare i rischi derivanti all’esposizione ad agenti chimici. La S.I.G.R.A. offre i seguenti servizi: campionamento e misura di inquinanti chimici gassosi (co2, so2 ecc.); campionamento e misura cancerogeni (benzene, cvm); campionamento e analisi per la determinazione del rischio biologico; inoltre si occupa di formazione, ambiente, qualità e certificazioni, sicurezza. La Sarandrea hse management di Roma offre i seguenti servizi: radioprotezione, sicurezza sul lavoro, formazione indagini ambientali, formazione; inoltre si occupa di valutazione di inquinanti microbiologici in aria ed acqua e della valutazione della concentrazione di agenti chimici.

Prevenzione rischio biologico: Dispositivi di protezione
Per la tutela degli operatori dal rischio biologico i dispositivi di protezione hanno una rilevante importanza; in particolare il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con la circolare del 27 giugno 2012, n. 15, riguardante i Dispositivi di Protezione Individuale per la protezione delle vie respiratorie da agenti biologici aerodispersi, chiarisce che "I DPI per la protezione specifica delle vie respiratorie da agenti biologici, quali facciali filtranti e filtri da collegare sulle semimaschere o sulle maschere a pieno facciale, sono caratterizzati da una certificazione di Tipo emessa dall'Organismo Notificato che attesti la marcatura CE come dispositivo di protezione individuale in III categoria secondo la Direttiva 686/89 CE e attesti la protezione da agenti biologici del gruppo 2 e 3, ai sensi della Direttiva 54/2000 CE". Inoltre rileva che la certificazione CE dei dispositivi di protezione individuale deve essere esclusivamente effettuata in conformità a quanto disposto dalla Direttiva 89/686/CEE, recepita in Italia con il Decreto Legislativo 475/92 e successive modifiche e integrazioni. Il documento conclude "che risultano idonei per la protezione da agenti biologici sia i dispositivi di protezione delle vie respiratorie provvisti di certificazione CE di cui al Capitolo II della Direttiva 89/686/CEE, che attesti la protezione da agenti biologici dei gruppi 2 e 3 così come definiti nella Direttiva 200/54/CE, sia quelli provvisti di certificazione CE di cui al Capitolo II della Direttiva 89/686/CEE basata sulla norma europea armonizzata EN 149".

Prevenzione rischio biologico: Riferimento normativo
La norma di riferimento è il D.lgs.81/08 che al Titolo X (art.266 e seguenti) si occupa della prevenzione rischio biologico per i lavoratori esposti.
Si riporta l' Art. 268 del decreto che propone la "Classificazione degli agenti biologici".
1. Gli agenti biologici sono ripartiti nei seguenti quattro gruppi a seconda del rischio di infezione:
    a) agente biologico del gruppo 1: un agente che presenta poche probabilità di causare malattie in soggetti umani;
    b) agente biologico del gruppo 2: un agente che può causare malattie in soggetti umani e costituire un rischio per i lavoratori; e' poco probabile che si propaga nella comunità; sono di norma disponibili efficaci misure profilattiche o terapeutiche;
    c) agente biologico del gruppo 3: un agente che può causare malattie gravi in soggetti umani e costituisce un serio rischio per i lavoratori; l'agente biologico può propagarsi nella comunità, ma di norma sono disponibili efficaci misure profilattiche o terapeutiche;
    d) agente biologico del gruppo 4: un agente biologico che può provocare malattie gravi in soggetti umani e costituisce un serio rischio per i lavoratori e può presentare un elevato rischio di propagazione nella comunità; non sono disponibili, di norma, efficaci misure profilattiche o terapeutiche.
2. Nel caso in cui l'agente biologico oggetto di classificazione non può essere attribuito in modo inequivocabile ad uno fra i due gruppi sopraindicati, esso va classificato nel gruppo di rischio più elevato tra le due possibilità.
3. L'allegato XLVI riporta l'elenco degli agenti biologici classificati nei gruppi 2, 3 e 4.


 

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network



Lascia un commento su questa pagina:

Nome (Richiesto)
E-mail (Richiesta, non sarà pubblicata)
    Riscrivi le lettere visualizzate sulla sinistra

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Ambiente sicurezza lavoro

"Ambiente sicurezza lavoro" è quel complesso di attività da svolgere nei ...

Sicurezza luoghi di lavoro

La sicurezza luoghi di lavoro è una delle tematiche più rilevanti nelle ...

Rischio biologico

Il rischio biologico quando è presente nell'attività della vostra azienda ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Dati societari art. 42 Legge 88/2009
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta