Collegamenti sponsorizzati

Linee vita

Linee vita: dispositivi protezione lavori in quota

Articolo aggiornato il 23-01-2018

Linee vita: dispositivi protezione lavori in quota
Collegamenti sponsorizzati
Le linee vita sono dispositivi di protezione che si utilizzano nelle attività lavorative che espongono gli operatori al pericolo di cadute dall’alto con il rischio d’infortunio grave, gravissimo o mortale. Le linee vita sono un indispensabile strumento da usare in diverse attività e in particolare nei lavori di edilizia su tetti e pareti degli edifici. Descriviamo le linee vita, dove vanno usate e diamo cenni sulla normativa relativa; inoltre segnaliamo i link di alcune aziende che se ne occupano.
Linee vita: Quando utilizzarle
Le linee vita sono attrezzature utilizzate per "la protezione degli operatori nei lavori in quota (che sono quelle attività lavorative svolte al di sopra dei "2 metri di altezza") o lavori nel sottosuolo". Il rischio di caduta dall’alto si manifesta nei casi in cui l’operatore perde l’equilibrio e/o mancano i corretti dispositivi di protezione individuali o collettivi; gli effetti degli infortuni in questo tipo di lavorazioni sono spesso gravi o mortali. Il settore delle costruzioni è quello che riscontra il maggior numero d’infortuni mortali per le cadute dall'alto nello svolgimento di lavori in quota. I lavoratori che effettuano lavori in quota sono esposti in maniera elevata al rischio di caduta dall’alto; risulta di conseguenza indispensabile adottare, anche per lavori in quota di breve durata, corrette e adeguate misure di prevenzione e protezione al fine di tutelarne al meglio l’incolumità. Prima di iniziare le operazioni in quota è importante predisporre tutte le misure tecniche di prevenzione e protezione collettiva (ad es. reti di sicurezza, protezione laterale, parete di ritenuta sul tetto, ponteggi di facciata) e alle installazioni tecniche come le piattaforme aeree; se dopo aver predisposto dette misure sono ancora presenti rischi residui, si deve procedere con l’adozione di dispositivi di protezione individuale. In molti casi si presenta il rischio d’infortunio quando il lavoratore adotta comportamenti non corretti (lavori effettuati sulle coperture senza le dovute protezioni, solai sprovvisti di parapetti, uso di attrezzature non adeguate come sedie, panche, sgabelli, forche di muletti e altro).

Linee vita: Link di aziende

Segnaliamo alcuni link di aziende, tra le più significative del settore, che producono e/o commercializzano le linee vita. Aipaa Associazione Italiana per l’Anticaduta e l’Antinfortunistica è l’associazione di riferimento del settore specifico per la prevenzione delle cadute dall’alto; la sua missione è quella di promuovere a tutti i livelli la sicurezza sui luoghi di lavoro, con particolare attenzione alla prevenzione delle cadute dall’alto; i settori di riferimento sono i sistemi anticaduta con DPI e le protezioni anticaduta collettive. L'Inail  propone delle linee guida per "la scelta l’uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall’alto” nelle quali vengono illustrate le linee vita da utilizzare contro le cadute dall’alto; inoltre per i parapetti in prossimità dei ponteggi (circolare del Ministero lavoro n. 29/2010) propone una pubblicazione del 2017 per il loro possibile impiego come protezione collettiva nello svolgimento delle attività in copertura. La Provincia autonoma di Bolzano propone sul suo sito una scheda informativa da utilizzare per i dpi anticaduta nei lavori su pareti, tetti o facciate di edifici, in cui sono presenti componenti, principi generali e istruzioni per l'uso di questi dispositivi. Siderlavori è un'azienda di Livorno che sul suo sito fornisce molte informazioni sui sistemi anticaduta, inoltre vende DPI anticaduta tra i quali: imbracature, elmetti, sistemi retrattili, cordini, ancoraggi provvisori e dispositivi per il soccorso; inoltre progetta ed installa linee vita e sistemi anticaduta nel Lazio, in Toscana ed in tutto il centro Italia. La Cribis è un’azienda di Spirano (Bergamo) e presenta diversi sistemi anticaduta (compresi i relativi accessori) per varie attività lavorative; inoltre produce dispositivi di ancoraggio, certifica ogni prodotto, progetta soluzioni specifiche, installa e collauda protezione anticaduta, effettua corsi formativi in materia. Acciaio Quattro azienda fiorentina che si occupa di dispositivi anticaduta, progetta, produce e distribuisce una completa gamma di prodotti e sistemi per la protezione contro le cadute dall'alto, di facile installazione e completamente in acciaio inossidabile; inoltre è in grado di fornire supporto ai progettisti del settore edile e di formare tecnici e installatori mediante corsi di formazione presso la propria sede; dispone di un proprio laboratorio dove effettua sistematicamente le prove sui materiali e le prove di certificazione previste dalla UNI EN 795:2002. Mistral con sede a Torino tratta ampiamente dei sistemi anticaduta e vende tutti i Dpi anticaduta conformi alla norma, vari tipi di sistemi anticaduta orizzontali conformi ad EN 795 C, che possono essere forniti in kit con le istruzioni per il montaggio, oppure installati con personale specializzato. Somain Italia si trova a Brembate di Sopra (BG) e fornisce molte informazioni sui sistemi anticaduta e sulla normativa vigente, inoltre dispone di una vasta gamma sistemi anticaduta, imbracature adatte a tutti i tipi d’impiego, ancoraggi, moschettoni, elmetti, cinghie, cordini, imbracature ed altro.

Linee vita: Cosa deve fare il datore di lavoro
Il datore di lavoro deve provvedere alla valutazione dei rischi presenti sul luogo di lavoro e alla redazione del documento di valutazione del rischio, nel quale devono essere incluse tutte le misure predisposte e attuate per l’abbattimento del rischio; per i lavori in quota il datore di lavoro può operare tramite:
a) identificazione e adozione di misure di prevenzione e di protezione di tipo organizzativo;
b) identificazione e adozione di misure di prevenzione e protezione di tipo tecnico;
c) individuazione e l’adozione dei dispositivi di protezione collettiva;
d) miglioramento/aggiornamento di misure e di sistemi di prevenzione e di protezione in relazione ai mutamenti organizzativi e all’evoluzione della tecnica;
e) individuazione e scelta dei DPI per la sicurezza anticaduta.
E' possibile togliere temporaneamente i dispositivi di protezione collettiva soltanto predisponendo misure alternative di stessa efficacia, riattivando le protezioni collettive nel più breve tempo possibile. Inoltre il datore di lavoro ha l’obbligo di verificare che le condizioni meteorologiche non mettano a rischio la sicurezza dei propri dipendenti. Deve essere fatta particolare attenzione alla progettazione delle linee vita in modo che non si verifichino casi di oscillazione del corpo con urto contro ostacoli (effetto pendolo).

Linee vita: Scelta e addestramento

L’individuazione dei sistemi anticaduta deve essere fatta con grande attenzione, se questa scelta non è corretta, l’utilizzo delle linee vita può divenire inefficace o addirittura aumentare il rischio per il lavoratore. I sistemi anticaduta hanno il compito di salvaguardare la sicurezza e la salute dei lavoratori nei lavori in quota e in tutte le situazioni nelle quali esista la possibilità di caduta dall'alto; essi sono compresi nella III categoria dei DPI e per il loro uso è necessario che gli operatori effettuino l’addestramento all’uso di detti dispositivi. Facciamo presente che sui DPI deve essere presente la marcatura CE che deve essere ben visibile, leggibile e indelebile per tutta la loro durata e il loro utilizzo.

Linee vita: Normativa
Il Testo Unico della sicurezza (D.lgs.81/08) si occupa della tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e in particolare al Capo II (norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota) Sezione II (disposizioni di carattere generale); "articolo 115 - Sistemi di protezione contro le cadute dall’alto", che dispone:
1. Nei lavori in quota qualora non siano state attuate misure di protezione collettiva come previsto all’articolo 111, comma 1, lett. a), è necessario che i lavoratori utilizzino idonei sistemi di protezione composti da diversi elementi, non necessariamente presenti contemporaneamente, quali: a) assorbitori di energia; b) connettori; c) dispositivo di ancoraggio; d) cordini; e) dispositivi retrattili; f) guide o linee vita flessibili; g) guide o linee vita rigide; h) imbracature.
2. Il sistema di protezione, certificato per l’uso specifico, deve permettere una caduta libera non superiore a 1,5 m o, in presenza di dissipatore di energia a 4 metri.
3. Il cordino deve essere assicurato, direttamente o mediante connettore lungo una guida o linea vita, a parti stabili delle opere fisse o provvisionali.
4. Nei lavori su pali il lavoratore deve essere munito di ramponi o mezzi equivalenti e d’idoneo dispositivo anticaduta.
E’ fatto obbligo ai datori di lavoro, in assenza di opere provvisionali o di altri specifici dispositivi di protezione collettiva, di mettere in opera dispositivi di ancoraggio a norma UNI EN 795:2002 (la norma specifica i requisiti, i metodi di prova e le istruzioni per l'uso e la marcatura di dispositivi di ancoraggio progettati esclusivamente per l'uso con dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto), cui possono essere agganciati i Dpi anticaduta. Il datore di lavoro che non osserva questa disposizione rischia "l’arresto fino a due mesi" o "l'ammenda da € 500 a € 2.000".


Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network



Lascia un commento su questa pagina:

Nome (Richiesto)
E-mail (Richiesta, non sarà pubblicata)
    Riscrivi le lettere visualizzate sulla sinistra

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Dispositivi protezione individuale

I dispositivi protezione individuale sono quei mezzi che servono per proteggere ...

Dispositivi anticaduta

I dispositivi anticaduta e relativi accessori sono indispensabili quando ...

Sicurezza cantieri

La "sicurezza cantieri" è un'attività che se svolta correttamente permette di ...

Sicurezza luoghi di lavoro

La sicurezza luoghi di lavoro è una delle tematiche più rilevanti nelle ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Dati societari art. 42 Legge 88/2009
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta