Collegamenti sponsorizzati

Biomasse

Come produrre energia dalle biomasse

Come produrre energia dalle biomasse
Collegamenti sponsorizzati
Per biomasse intendiamo quei materiali di origine organica vegetale o animale che non sono stati sottoposti ad alcun processo di fossilizzazione, che invece hanno subito altre fonti energetiche come il carbone e il petrolio. Descriviamo quali sono le biomasse, come vanno utilizzate per produrre energia e i vantaggi/svantaggi che abbiamo adoperandole. Inoltre segnaliamo i link di alcune aziende che si occupano di biomasse.
Biomasse
Le biomasse sono quei materiali di natura organica, di origine sia vegetale che animale, che è possibile usare immediatamente come combustibili oppure convertirli in combustibili solidi, liquidi o gassosi, con finalità di utilizzazione a scopo energetico. Alla definizione biomasse (nella quale rientrano una rilevante numero di materiali spesso disparati tra loro) associamo: i vegetali coltivati per produrre energia, i materiali prodotti delle coltivazioni agricole e dalla silvicoltura, gli scarti dei prodotti agro-alimentari rivolti all’alimentazione dell’uomo e degli animali, i resti dell’industria della lavorazione del legno e della carta (non sottoposti a trattamenti chimici), i prodotti organici provenienti dalla zootecnia e dalle attività umane (vedi frazione organica dei rifiuti solidi urbani). I combustibili in forma solida, liquida o gassosa originati da questi materiali (in modo diretto o a seguito di processi di modificazione) sono definiti “biocombustibili”, mentre qualsiasi forma di energia conseguita con processi di conversione dai biocombustibili è chiamata “bio-energia”. Le biomasse sono combustibili che non inquinano l’ambiente poiché durante la loro combustione rilasciano soltanto modeste quantità di carbonio (in seguito assorbito dai vegetali nella loro crescita) e piccole quantità di zolfo e composti di azoto. Produrre energia dalle biomasse permette di smaltire i rifiuti generando energia elettrica e riducendo l’utilizzo delle fonti di energia fossili che sono inquinanti (immettono in atmosfera forti quantità di anidride carbonica) mentre quella da biomassa è rinnovabile. Ad esempio i boschi ricrescono in pochi anni e tornano a catturare la CO2 equilibrando in questa maniera quanto speso per produrre energia, al contrario di quanto avviene per i combustibili fossili.

Biomasse: Link di riferimento
Vi segnaliamo i link di alcune aziende/enti, tra quelli di maggior rilievo, che si interessano di "biomasse Italia" e impianti a biomassa in Italia. Itabia è un’associazione indipendente e senza fini di lucro, che opera nel settore della bioenergia con lo scopo di aggregare esperienze, promuovere ricerca e sviluppo, orientare e supportare la programmazione, assistere la nascita di iniziative territoriali; inoltre promuove lo sviluppo della produzione, del recupero, del riciclo, della trasformazione, dell'utilizzo produttivo delle biomasse, con il quale termine si intende l'insieme dei materiali di origine biologica suscettibili di valorizzazione sia energetica che industriale, inclusi quelli appositamente prodotti, i sottoprodotti di raccolta e di lavorazione, i rifiuti civili, agro-zootecnici e industriali. Rinnovabili.it è un quotidiano d'informazione online sulle fonti rinnovabili di energia e sui problemi legati alla tutela dell’ambiente e al risparmio energetico; ha una sezione interamente dedicata alle biomasse; inoltre si occupa di: eolico, termico, fotovoltaico, efficienza energetica, geotermia, mini idro, cogenerazione, bioclimatica, mobilitá sostenibile, nautica sostenibile. Energie-Rinnovabili.net è un portale italiano delle energie rinnovabili che si occupa di energie alternative e presenta una sezione dedicata alle biomasse e agli impianti biomasse; inoltre tratta delle altre energie quali: eolica, fotovoltaica, geotermica, fuel cell, idrogeno, idroelettrico, risparmio energetico, solare termico, cambiamento climatico. Enea - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile - presenta un censimento del potenziale energetico nazionale delle biomasse e implementazione di una piattaforma software interattiva, operante in modalità GIS, da utilizzare come supporto alle decisioni per la scelta e localizzazione ottimale di impianti di produzione energetica da biomasse. Ispra - Istituto Superiore per la ricerca e la protezione ambientale - si occupa delle energie rinnovabili e propone una sezione opportunamente dedicata alle biomasse mettendo a disposizione i relativi riferimenti normativi.

Biomasse: Utilizzo

In generale le biomasse sono classificate, come di seguito, in tre grandi campi di applicazione:
♦ per la produzione di energia termica o elettrica proveniente da biomassa (biopower);
♦ per la produzione di combustibili provenienti da biomassa (biofuels);
♦ per la  produzione di composti chimici provenienti da biomassa (bioproducts).

Biomasse: Vantaggi e svantaggi
Segnaliamo i vantaggi e gli svantaggi che si possono ottenere dall’utilizzo d’impianti a biomassa per la produzione di energia:
  ⇒ Vantaggi
- si tornano a utilizzare terreni improduttivi o abbandonati per la formazione di biomasse;
- si migliora la qualità dell’aria, in quanto le piante riducendo l’anidride carbonica funzionano da polmone verde;
- si ottengono ricadute occupazionali rilevanti sia nel settore agricolo che in quello industriale;
- si possono smaltire i rifiuti provenienti dalle attività produttive, senza spesa anzi guadagnandoci con la produzione di energia elettrica e/o termica;
- si riduce la dipendenza energetica dalle fonti di natura fossile come petrolio, gas e carbone.
Svantaggi
- potere calorifico basso;
- non sempre è possibile avere la disponibilità della biomassa con regolarità, durante l'anno solare;
- gli impianti di potenza alimentati a biomasse hanno bisogno di vaste aree in cui stoccare il materiale;
- la produzione di biomasse vegetali viene effettuata nella maggior parte dei casi in zone molto estese, quindi con una resa per ettaro bassa e con spesa energetica per il loro trasporto;
- quando si brucia la biomassa questa genera, nelle zone interessate e in quelle limitrofe, rilevanti quantità di sostanze inquinanti per l’ambiente (che però sono riassorbite dalla vegetazione in tempi contenuti).
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network



Lascia un commento su questa pagina:

Nome (Richiesto)
E-mail (Richiesta, non sarà pubblicata)
    Riscrivi le lettere visualizzate sulla sinistra

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Sicurezza Ambientale

La "sicurezza ambientale" è indispensabile per evitare inquinamenti o ...

Consulenza ambientale

La consulenza ambientale, sconosciuta fino a qualche anno fa, sta acquistando ...

Biomassa

La biomassa è utilizzata quale fonte di energia rinnovabile proveniente da ...

Energie rinnovabili

Le energie rinnovabili o energie alternative sono ritenute inesauribili e non ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Dati societari art. 42 Legge 88/2009
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta